La metodologia GAG nella Scuola Calcio a 5: i dettagli della serata

Approfondimento sulla metodologia GAG (acronimo per globale-analitico-globale) utilizzata nella Scuola Calcio a 5 biancoscudata per la formazione tecnica, tattica, motoria e cognitiva dei giovani atleti.

Concluso il primo incontro formativo condotto dal Dott. Federico Giancarlo Belviso (laureato in Scienze Motorie, allenatore patentato FIGC, nonchè attuale Responsabile della Scuola Calcio a 5 del Calcio Padova C5) avente ad oggetto una tematica tecnica. Il focus della serata è stato dedicato alla GAG, ovvero quella metodologia formativa nata in Francia nei primi anni ’90 (non è un caso che uno dei cicli calcistici più proficui transalpini segua la maturazione di alcuni giocatori cresciuti proprio in quegli anni) e sviluppata nei periodi successivi, tanto da essere una delle più utilizzate a livello internazionale in diversi contesti d’èlite.

Essa si pone l’obbiettivo di stimolare lo sviluppo delle abilità tecniche e tattiche dei giovani atleti tramite il divertimento insito nell’attività ludica, andando al contempo a proporre diverse situazioni tipiche di gioco che un bambino, dopo aver acquisito un preciso gesto tecnico, sarà chiamato a gestirle in autonomia. Visto che si parla di formazione l’errore è visto come parte integrante dell’apprendimento. Tra le conseguenze più evidenti vi sono lo sviluppo di una maggiore capacità creativa e l’incremento dell’autostima nel giovane calciatori.

Prossimo appuntamento tra circa una ventina di giorni, si torna in aula con una lezione sulle dipendenze tecnologiche tenuta dalla Dott.ssa Marta Cogo.

Condividimi:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial