Padova-Gifema, Juan Lucca: “Ci aspetta una gara combattuta. Dovremmo stare corti e sfruttare la nostra velocità”

Dopo il pareggio di Schio torna tra le mura amiche il Calcio Padova C5 che questa sera affronterà il primo del doppio impegno casalingo previsto dal calendario. Avversario del friday night i rossoneri della Gifema Diavoli, un derby tra città e provincia che si preannuncia scoppiettante.
 
A parlare alla vigilia dell’incontro il collaboratore tecnico Juan Esteban Lucca, il quale sta sfruttando il periodo di recupero dall’infortunio per studiare da allenatore assistendo sul campo prima Gilles Facchinelli e adesso Marco Di Matteo, traghettatore biancoscudato in questo momento: “La squadra si è allenata molto bene anche nella settimana che sta andando a concludersi, sono convinto che vedremo in partita i risultati dei nostri sforzi. Abbiamo insistito su alcuni concetti riguardanti sia il collettivo che il singolo, la rosa è giovane e necessita di lavorare molto, per fortuna però i ragazzi agevolano il lavoro dello staff grazie alla loro disponibilità e ricettività”.
 
Questo invece il pensiero del dirigente biancoscudato in riferimento alla difficoltà della partita: “Mi aspetto indubbiamente una gara combattuta, una guerra. Loro sono una compagine esperta, con giocatori che conoscono molto bene la categoria e quindi non dovremo commettere errori perché li pagheremmo a caro prezzo. Dal canto nostro tuttavia avremmo diverse armi a disposizione per fare male: intensità, agonismo e aggressività sono le nostre qualità più evidenti, stando corti e sfruttando i nostri velocisti creeremo più di qualche grattacapo alla loro difesa”.

Un pensiero infine sull’importanza di dare continuità alla prestazione di venerdì scorso: “Ovviamente sarà fondamentale cercare di migliorarsi o per lo meno di confermare i progressi della gara di Schio, siamo una squadra giovane e per di più in fase di costruzione, è inutile negare che i risultati siano una componente indispensabile. Venerdì scorso abbiamo fatto un’ottima partita ma il pareggio finale ci ha lasciato l’amaro in bocca, quindi contro la Gifema dovremmo partire da quanto di buono fatto in terra vicentina e provare a salire di un altro scalino”.

Condividimi:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial