This is a single blog caption

Padova-Verona, Antonio Candeo: “Gialloblu squadra compatta, serviranno pazienza e attenzione”

Siamo agli sgoccioli dell’esordio al PalaGozzano per i biancoscudati, sta per scattare l’ora di un sempre affascinante Padova-Verona, parola dunque al mister Antonio Candeo che ci tiene a raccontare innanzitutto come si avvicina la sua squadra al match: “La vittoria di venerdì scorso è stata importante perché la prima giornata riserva sempre dei punti interrogativi, non si conoscono molto bene gli avversari, la condizione fisica non è ancora ottimale e alcuni meccanismi sono da perfezionare”. Relativamente a quest’ultimo punto il trainer patavino aggiunge: ”Nel nostro caso è cambiato tanto rispetto allo scorso campionato e i ragazzi devono ancora conoscersi a fondo sul campo, inoltre il gioco che vorrei proporre necessita di tempo, stiamo lavorando molto, vogliamo essere pronti il prima possibile sia fisicamente che tatticamente, oltre che dal punto di vista mentale. Un mese di preparazione non è dunque sufficiente per allenare tutti questi aspetti e qualche lacuna a Schio si è vista, tuttavia i ragazzi si sono sacrificati per il collettivo dimostrando grande umiltà nel voler faticare tutti insieme”.

A proposito del gruppo si chiede al mister cosa ne pensa dei tanti giovani visti all’opera già nella prima gara: ”I giocatori della rosa sono stati scelti per capacità e valori morali, tutti si sono messi a disposizione e vogliono fare ciò che è meglio per la squadra, posso dire che la gestione dei ragazzi sin qui è stata abbastanza agevole, particolare senza dubbio positivo in quanto abbiamo potuto concentrarci solamente sul campo”.

L’analisi dell’allenatore di Ospedaletto Euganeo si sposta poi inevitabilmente sui prossimi avversari del Verona Calcio a 5: ”Andremo ad affrontare una squadra che si conosce a memoria, generalmente adotta uno stile di gioco chiuso per sfruttare le ripartenze non appena viene riconquistata palla, sarà necessario quindi avere pazienza ma allo stesso tempo tenere le antenne ben dritte poiché i gialloblu possono far male in qualsiasi momento”. Antonio Candeo conclude l’incontro parlando anche del campionato di C/1 che si preannuncia molto equilibrato: ”Dire chi siano le favorite al momento è un azzardo, certo alcune compagini sulla carta sono più attrezzate di altre ma ci saranno sicuramente delle sorprese,  per un primo giudizio credo bisognerà attendere il termine del girone d’andata. L’importante in questo momento comunque è che il Padova si curi solo di sé stesso per crescere il più rapidamente possibile”  

Vota
Condividimi: