This is a single blog caption

Paola Baiguera (ADMO): “Un grosso orgoglio essere sulla maglia del Padova”

Anche se non si parla del classico partner di una società sportiva riteniamo sia giusto dar voce anche ad una associazione con la quale il Calcio Padova C5 collabora ormai da 4 anni con azioni di sensibilizzazione, soprattutto nei confronti dei propri tesserati, e promuovendo il suo logo durante gli incontri ufficiali della Prima Squadra. Paola Baiguera, responsabile della sezione patavina di ADMO, racconta come è nato il rapporto con la società biancoscudata: “Nel 2015 ho contattato il Presidente Mattia Arisi ed ho da subito trovato grande disponibilità ed apertura da parte sua, personalmente credo molto nei valori positivi dello sport vista l’amicizia di ADMO con diverse realtà della zona, sono felice dunque che anche nel caso del Calcio Padova C5 si sia instaurata un legame proficuo. Durante ogni stagione sportiva io e i miei collaboratori abbiamo potuto organizzare degli incontri con i ragazzi rimpolpando così il nostro registro che al momento comprende circa 430.000 iscritti, può sembrare un buon numero però tra non consanguinei la compatibilità in caso di trapianto di midollo osseo si attesta su valori da 1 a 10.000 – 100.000, quindi è chiara la necessità di aumentare il numero di donatori.”

Poi un pensiero di ringraziamento va all’impegno di alcuni ragazzi che vestono la maglia biancoscudata: “Più di qualche atleta della Prima Squadra è un donatore, so che adesso è molto caldo il tema del mercato trasferimenti e spero che qualcuno dei nuovi arrivi sia interessato ad unirsi alla nostra squadra seguendo l’esempio dei loro compagni. Tornando a noi comunque sono davvero felice che ADMO compaia nelle maglie del Padova, il biancoscudo è un simbolo dello sport del nostro territorio e di conseguenza rappresenta un importante volano per sensibilizzare una buona fetta della comunità, grazie ad esso mi auguro di riuscire a coinvolgere altre squadre e società per cercare di fornire un aiuto sempre maggiore a chi ne ha molto bisogno”.

Vota
Condividimi: