Prima Squadra, Gilles Facchinelli guiderà i biancoscudati nella prossima stagione!

Soluzione interna per quanto riguarda la panchina della Prima Squadra: la società ha infatti deciso di premiare l’ottimo lavoro da parte di Gilles Facchinelli nel campionato Nazionale Under 19 e contestualmente di favorire l’ingresso di alcuni giovani nella rosa dei “grandi” in modo da portare avanti la filosofia votata alla costruzione di compagini composte per lo più da ragazzi provenienti dal vivaio biancoscudato. Con molto entusiasmo il Mister ha deciso di tornare in sella alla guida di una prima squadra, oltre a rimettersi in gioco in campionato che si prospetta impegnativo: “Non mi aspettavo la chiamata da parte del DG Paperini, insieme ai miei collaboratori stavamo già pianificando la prossima stagione con l’Under 19 e onestamente non credevo di poter rientrare nella lista dei papabili. Dalla gioia nell’accettare questo incarico però fa da contraltare un certo dispiacere per Antonio, si era instaurato un bel rapporto di collaborazione e purtroppo è stato travolto dalla situazione che si è venuta a creare nel girone di ritorno, in un certo senso lavorerò anche sulle basi che ha posto lui durante il torneo appena concluso; al momento credo sia prematuro parlare della squadra che verrà, non so ancora che rosa avrò a disposizione, tuttavia ho accettato principalmente perchè ho conosciuto pregi e difetti di una società che si sta strutturando per migliorarsi soprattutto in relazione al Settore Giovanile, tra qualche anno il lavoro di tecnici preparati e competenti darà i suoi frutti mettendo a disposizione del Padova ottimi giocatori provenienti dal suo vivaio. Parlando di risultati da raggiungere posso dire comunque che vogliamo essere protagonisti, ci sono già diversi ragazzi con qualità anche di categoria superiore, con un paio di arrivi e l’inserimento di qualche giovane proveniente dall’ Under 19 e 17, a mio parere, l’obbiettivo play-off è plausibile. Da un punto di vista personale sono consapevole che sarà difficile, sono rimasto diverso tempo lontano da una panchina perchè non più motivato, qui ho ritrovato un ambiente stimolante dove ripartire, la C1 è un campionato difficile ed imprevedibile ma non sono per niente spaventato, anni di esperienza mi hanno insegnato tante cose. Le soddisfazioni più grandi che ho ricevuto da questo sport le devo ai giocatori ma soprattutto a dei grandi dirigenti, un obbiettivo si raggiunge con un allenatore bravo, dei calciatori disposti a creare una squadra e una società organizzata: qui a Padova queste condizioni si stanno verificando. Mi faccio quindi un “in bocca al lupo”, non vedo l’ora di iniziare”.

Condividimi:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial