This is a single blog caption

Prima Squadra: un Padova “under” diverte per un tempo prima di cedere allo Sporting Padova

Con un’età media di 20.16 anni, i giovani biancoscudati si mettono in luce con un grande primo tempo prima che l’esperienza dello Sporting, e qualche errore individuale, indirizzino l’ultima partita della stagione regolare. Ora testa ai play off.

E’ sceso in campo un Padova giovane e sperimentale ieri sera per l’ultimo impegno della Serie C1 2017/18 prima dei Play Off per la promozione in Serie B. Alla Gozzano gli under in lista contro lo Sporting Padova erano ben 9 su 12, con Mattia Simonetti, Giulio Parisotto ed Emilio Mingardo alla loro prima apparizione. Conferme invece per Riccardo Cesari e Pietro Scarparo, ormai pedine integrate nello scacchiere di Rodriguez. Un’occasione d’oro per fare esperienza e cimentarsi in prima linea vista la squalifica di Carraro, l’infortunio di Vettore, Faggin e Griggio, l’indisponibilità di Androni e il turno di riposo ai vari Crepaldi, Rasula e Meggiorin. Unici senior in campo Celin, Mazzucato e Paperini, capitano per l’occasione.

E’ un primo tempo davvero di spessore quello biancoscudato, con tutti gli effettivi capaci di dare una positiva prova durante il proprio minutaggio: manca un po’ di fortuna e cinismo nella fase di concretizzazione e Mazzucato deve fare attenzione solo alle transizioni della squadra ospite. Palla e pallino del gioco sono nei piedi dei ragazzi di Rodriguez che sfiorano il vantaggio con Preatoni e Scarparo. A portare il Padova in vantaggio ci pensa Parisotto, bravo a chiudere sul secondo palo un assist di Tiso dopo il suggerimento di Cesari. Quest’ultimo avrebbe anche l’occasione di raddoppiare ma a tu per tu con l’estremo difensore ospite appoggia la palla di poco fuori. Ad un minuto dal termine lo Sporting Padova pareggia concludendo efficacemente un contropiede dopo una palla persa dai patavini a metà campo. Si va al riposo sull’1-1.

L’approccio della ripresa sembra far presagire altri 20 minuti di qualità e i primi minuti testimoniano questo con i giovani biancoscudati ancora padroni del gioco. Nella parte centrale del secondo tempo, una serie di errori individuali permettono agli ospiti di presentarsi in superiorità contro Mazzucato che nulla può: lo Sporting prende il largo finalizzando transizioni evitabili ma, che nell’economia di un processo di crescita di un giovane, vanno messi in preventivo. Celin coglie un palo e Paperini rende meno amara la serata siglando il definitivo 2-6, ininfluente per la classifica del Padova.

Tutta l’attenzione va ora a venerdì 13 Aprile quando, alle 21.30 alla Gozzano, il Padova sfiderà il Rossano nella semifinale play off, una riedizione della semifinale di Coppa Italia che garantirà alla vincitrice il pass per la finalissima di Sedico. #TuttiConvocati per questo grande evento che riempirà in ogni ordine di posto la Gozzano: tifosi biancoscudati, vi aspettiamo!

Condividimi: