Settore Giovanile, Valeria Corbo ancora nell’area sanitaria biancoscudata

Altra conferma importante per quanto riguarda lo staff del Settore Giovanile con la permanenza di Valeria Corbo in qualità di massaggiatrice sportiva per il Settore Giovanile (collaborerà comunque anche con la Prima Squadra). Il lavoro di Valeria si è rivelato fondamentale nell’ultima stagione, tanto da essere riconosciuto anche a livello federale con la sua partecipazione al seguito della delegazione veneta nel Torneo delle Regioni 2019. 

“Sono sempre stata una persona sportiva ma con il calcio non ho mai avuto un approccio professionale, almeno fino a quando non mi è stata proposta questa nuova esperienza di massaggiatrice sportiva per il Settore Giovanile” – queste le prime parole della professionista – “Piano piano ho saputo però assaporare la vera passione, quella trasmessami da chi, da anni, si ciba di pane e calcio a 5”. 

Prosegue poi tracciando un bilancio della sua prima stagione in biancoscudato: “ll mio bagaglio umano e professionale si è arricchito notevolmente, un anno veloce e tonico, a furia di tutelare questi “giovani guerrieri” sono  diventata fisicata pure io! Aldilà dell’ilarità sono felice che la mia esperienza come massaggiatrice sia diventata un’attività di primaria importanza per me, i giocatori devono essere coccolati ed io sono qui per loro, ritengo infatti che l’istruttore o la massaggiatrice debbano essere al servizio degli atleti e lavorare per il loro benessere. Personalmente il sorriso dei ragazzi dopo un massaggio lo reputo una grande ricompensa. Cosa mi hanno lasciato i giovani? Mi ha sorpreso il loro modo spontaneo e trasparente di affrontare gare, era importante raggiungere un risultato positivo ma anche altri traguardi, tra l’altro molto cari alla società:  professionalità, rispetto per tutti i compagni e per l’avversario , amore per lo sport, socializzazione, crescita umana e sportiva”.

Infine un pensiero su tutto il contesto biancoscudato: “In questo gruppo di lavoro cerchiamo di non dipingere l’ambiente di colori sempre seriosi, i momenti di lavoro sono alternati ad altri di goliardia e spensieratezza, credo sia corretto misurare le dosi di agonismo ed ambizione, soprattutto quando si parla di giovani. Un grazie dunque a tutti i ragazzi, tecnici e dirigenti del Calcio Padova C5, sarà un onore lavorare ancora per lo storico biancoscudo!”.

Condividimi:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial